Spazio Teatro No’hma

La storia di No’hma è, innanzitutto, il luogo nel quale Teresa Pomodoro ha reso materiale la sua felice intuizione di uno spazio di grande invenzione artistica, libera e profonda.

Se si volesse individuare il momento temporale, l’istante in cui Teresa ha avuto la visione del No’hma, sarebbe inevitabile farlo risalire a un incontro. Quando un incontro segna l’inizio di un percorso se ne ha la percezione inconfondibile. La storia dello Spazio Teatro No’hma è proprio la storia di un incontro, di quelli che segnano, di quelli che non si dimenticano, di quelli che sono solo l’inizio di un percorso affascinante ed eccezionale. L’incontro è quello che Teresa Pomodoro fece con la palazzina che oggi è il Teatro, che ne raccoglie l’eredità artistica e culturale. Quell’incontro divenne una scelta e, poi, una trasformazione. Quella palazzina, una stazione in disuso dell’erogazione dell’acqua potabile milanese, oggi è diventata un punto fermo, nel panorama culturale nazionale e internazionale, da cui si irradia cultura, elaborazione artistica e teatrale.

 

Stagione 2017/2018