Vangelo secondo Lorenzo

di Leo Muscato e Laura Perini, regia di Leo Muscato

Siamo nell’immediato dopoguerra e c’è un paese da ricostruire. Le politiche industriali Italiane sono ancora fortemente sperequative e giocano sulla linea d’ombra di connivenze d’interessi tra DC e industriali. Quei soprusi sono difficili da fronteggiare in assenza di un’azione organizzata e di un quadro normativo a tutela del lavoratore. Inoltre, nell’arena internazionale, la guerra fredda polarizza in chiave fortemente ideologica il conflitto capitale-lavoro. E se la Santa Sede e le gerarchie cattoliche scendono in campo con misure drastiche (come per esempio la scomunica papale dei comunisti), il basso clero e il mondo cattolico più sensibile ai temi della giustizia sociale, provano a destreggiarsi, agendo nel vivo d’una conflittualità sociale che spacca in due le comunità territoriali.

Vangelo secondo Lorenzo è uno spettacolo che nasce in occasione del cinquantenario dalla morte di Don Lorenzo Milani dalla penna di Maura Perini e Leo Muscato, uno degli autori più innovativi della scena contemporanea del nostro teatro. Il principio fondante della piccola rivoluzione di Don Milani, l’importanza del possesso della parola, è anche il principio ispiratore di questa messa in scena, attraverso la quale vengono indagate tematiche che ci risultano molto utili a migliorare la comprensione dell’odierno valore dell’educazione e della pedagogia.

Possedere le parole significa appropriarsi di una certa autonomia intellettuale, in grado di offrire libertà dalla schiavitù dell’ignoranza. La piccola rivoluzione di Don Milani forse potrà esserci utile per immaginare un futuro possibile che, in realtà, era stato scritto e pensato più di mezzo secolo fa. Il viaggio nel mondo del Priore di Barbiana prova a divulgare, presso il grande pubblico, la preziosa rarità di un pensiero così vibrante e così radicale.

Con: Francesco Borchi, Giuliana Colzi, Andrea Costagli, Dimitri Frosali, Elisa Cecilia Langone, Fabio Mascagni, Massimo Salvianti, Lucia Socci, Beniamino Zannoni, Alex Cendron e 7 bambini nel ruolo degli allievi della scuola di Barbiana: Sebastiano Daffra, Giacomo Frisia, Lio Ghezzi, Sebastian Mattia Knox, Giorgio Randis, Susanna Sisti Ajmone, Emily Tabacco, Samuel Zinicola

Produzione: Arca Azzurra Teatro; Elsinor Centro di Produzione Teatrale; Teatro Metastasio Stabile della Toscana

Commenta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: