L’evoluzione del desiderio

Pacta . dei Teatri – stagione 2018/2019

Il 12 settembre alle ore 11.00 presso il Pacta Salone di via Ulisse Dini 7 a Milano, si è tenuta la conferenza stampa di presentazione della nuova stagione 2018/2019 di PACTA . dei Teatri dal titolo viviAMO IL TEATRO L’evoluzione del desiderio.

Sono intervenuti, oltre agli artisti e le compagnie coinvolte, Filippo Del Corno, Assessore alla Cultura del Comune di Milano, Annig Raimondi, Direttore artistico affiancata dalla Presidente di PACTA . dei Teatri Maria Eugenia D’Aquino.

Tre anni fa Pacta . dei Teatri rispose al bando della Città Metropolitana aggiudicandosi la gestione del Salone di via Ulisse Dini, storica sede del CRT Centro di Ricerca per il Teatro ma in disuso da qualche anno.

Il coraggio di Pacta, di gestire una sala periferica inserita in un contesto scolastico omnicomprensivo mantenendone la destinazione d’uso teatrale, ha dato grandi frutti in termini di crescita del pubblico e offerta culturale in una zona decentrata rispetto al tessuto cittadino.

Il Salone, il primo teatro metropolitano, apre la sua terza stagione il 18 ottobre prossimo con 77 spettacoli, 197 alzate di sipario, 12 produzioni PACTA . dei Teatri, 3 progetti speciali (DonneTeatroDiritti, pactaSOUNDzone, Parapiglia TeatroInFamiglia) e il Festival ScienzaInScena Atto √2.

“Vero motore positivo e filo rosso, L’evoluzione del desiderio è pensato come tema portante per sviluppare sempre più un teatro dalla forte connotazione innovativa, che, strapazzando e contaminando i propri codici linguistici, sia costantemente ‘in divenire’, anche restando nel rispetto della tradizione. Un teatro che dia sempre spazio ai giovani talenti della scena italiana come a compagnie e artisti di livello nazionale e internazionale – racconta la direttrice artistica Annig Raimondi – coniugando le proposte artistiche senza dimenticare le istanze sociali per un teatro dell’inclusione. Inoltre, non ultimo, un teatro aperto alle realtà del quartiere, il Municipio 5, e della Città metropolitana di Milano, che vedono in questa sala un punto di riferimento e un argine contro il declino delle periferie. Anche per questa edizione abbiamo voluto mantenere la formula di un cartellone disciplinato per progetti ma variegato, per tutta la famiglia, dove ciascuno possa scegliere gli spettacoli che più corrispondono ai suoi gusti e, in un futuro pensato con ottimismo, trarne vantaggi e scoperte. Così ci siamo dati un compito: che ogni spettatore possa trovare in questo luogo e nelle nostre proposte qualcosa che da sempre avrebbe voluto pensare o conoscere, oppure, altre volte, possa avere l’impressione di sbattere contro un avversario ben definito, a cui essere grati più che a un amico. E alla fine sia costretto a riconoscere che in questo pulsare di iniziative abiti qualcosa di cui ormai molto di rado si sente il bisogno di pronunciare anche solo il nome, qualcosa che ci faccia pensare che esistono ancora valori alti e obiettivi da condividere e difendere.”.

Le numerose compagnie giovani presenti (Carolina Reaper, Realtà Debora Mancini – entrambi in residenza -, Pontos Teatro, TrentoSpettacoli, la Compagnia dei Giovani di Catania e altri gruppi) evidenziano la volontà di Pacta di sostenere i nuovi talenti affiancando il loro percorso creativo e organizzativo attraverso un rapporto sinergico e una ricerca costante. Questi giovani, assieme ai registi e alle compagnie già affermate, come Fabrizio Arcuri con Florian Teatro e Tra un atto e l’altro, Paolo Bignamini con Lombardi Tiezzi e Gli Incamminati, Arditodesio, Angela Malfitano e Giorgio Rossi, contribuiscono a costruire con PACTA un territorio produttivo e aggregante e una proposta culturale che coniughi fruizione ludico-ricreativa, creatività e riflessione.

Il Pacta Salone è anche luogo d’arte e di formazione: oltre a ospitare l’installazione fissa Dionysus’ place, un’opera site-specific dell’artista Ernesto Jannini, nell’ingresso del teatro presso la base della scala, saranno presenti esposizioni temporanee nella cornice di Mostre al cubo. Inoltre, la Scuola di pratiche teatrali di Pacta includerà nel suo programma anche i corsi specialistici legati al design e alla progettazione eventi, Design for Pacta, in collaborazione con associazioni e professionisti del settore.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: